Home         Perchè         Biografia           Faq         Storia          Links           Contatti         Dicono che...

Ritratti        Dipinti ad olio       Paesaggi         Marineria          Studi e Abbozzi         Matite       Istintuali          Tecnica         Bibliografia

iVoi siete inStudi e Abbozzi  >  Galleria 1  >  Studio di Baleniere

STUDIO DI BALENIERE

Cm 21,7 x 16,2

Matita, mordente,

vernice e olio su cartoncino.

Collezione dell'artista

Prezzo

 

COMMENTO ALL'OPERA

 

Per quanto riguarda la Marineria, rimando il discorso nella parte ad essa dedicata. Vi sono però dei periodi di questa epoca che sono stati particolarmente significativi, vuoi per l'impronta emozionale, vuoi per l'accelerazione tecnica e industriale che hanno apportato nei secoli più recenti, vuoi per lo spaccato di vita che ci hanno regalato. Uno dei miei ritratti più cari, e uno dei primi, quello di Thomas Nickerson, è dedicato ad un episodio che ha lasciato un segno indelebile nei racconti di mare, e cioè quello della baleniera Essex, del suo affondamento e delle peripezie dei naufraghi, che arrivarono, nel lungo viaggio di ritorno verso casa, a mangiarsi l'un l'altro semplicemente tirando a sorte chi si fosse dovuto far uccidere per nutrire gli altri. Ma io volevo "vivere" quel mondo, a distanza di anni, e raccontarlo anche nel suo aspetto migliore, e non solo in quello tragico. Ho così iniziato una sperimentazione dei visi dei marinai, basati molto spesso sulle emozioni che ciò che leggevo mi trasmetteva, creandomi, per così dire, una "ciurma" del tutto personale. Erano uomini duri, che non sceglievano quel lavoro per passione, se mai lo sceglievano e non erano invece arruolati per forza di causa maggiore da ragazzi, e che riuscivano ad amare il mare se non dopo molto tempo. A terra erano fuori posto, invisi dalla maggior parte della gente ( non senza ragione) e disadattati alla vita terrestre. A bordo vivevano come bestie, tratti peggio di queste ultime, e , in particolar modo i balenieri, stavano lontani da casa per anni. Quello raffigurato in questo studio è un lavoratore delle baleniere, nella fattispecie un rampista, o ramponaio, cioè uno di coloro che agganciavano la balena accostandola allo scafo della nave, la issavano a bordo con gli argani e poi la sezionavano, lavorandola, con tanto di fornace per sciogliere il grasso e ricavarne olio, direttamente sul ponte del vascello. Nella mia immaginazione, costui era uno di loro. 

Come devo fare per acquistare e/o commissionare un'opera on line?     INFOLINE 24H   info@artefigurativa.eu