Home         Perchè         Biografia           Faq         Storia          Links           Contatti         Dicono che...

Ritratti        Dipinti ad olio       Paesaggi         Marineria          Studi e Abbozzi         Matite       Istintuali          Tecnica         Bibliografia

iVoi siete in:  Studi e Abbozzi  >  Galleria 2  >  Ricordo di Rembrandt

RICORDO DI REMBRANDT

Cm. 16 x 21

Acquerello su carta.

Collezione dell'artista

 

Che dire? Che altro dire? Questa raffigurazione è nata assolutamente spontanea, talmente spontanea che è stato quasi come strofinare il pennello per scaricarlo del colore prima di creare un effetto pittorico. Stavo pensando al pittore, all'artista, così diverso da come la gente crede che sia, al suo quotidiano fatto di Arte e di infiammazioni alla gola per le esalazioni dei materiali Stavo pensando A Rembrandt, l'unico capace di commuovermi fino alle lacrime, oltre a Leonardo da Vinci, per la carne che ha riversato nelle sue opere. Penso al ritratto di sua moglie Saskia, realizzato poco prima della morte della fanciulla, con lei che fa da modella, già malata, e a malapena si regge in piedi. e lui che la fissa sulla tela, e l'ha resa immortale, gli ha dato la parola, e da quattrocento anni quella donna ci offre un fiore, e si porta la mano sul petto, in una dichiarazione d'amore bifronte perpetua. Lei lo dichiara a lui, dal quadro, e lui lo dichiara a lei, raffigurando il gesto suo nel dipinto. E con una vita come la sua,i suoi alti, alti davvero, e i suoi bassi, più bassi ancora, le sue miserie, le sue generosità,la sua famiglia morta un pezzo alla volta quasi tutta prima di lui, lui dipingeva, dipingeva, dipingeva, e faceva cantare la sua anima, e gridava i suoi dolori al mondo dall'altro di un impasto. e mentre pensavo, è nato questo, senza matite, senza disegni, senza schema, senza tecnica, ma con tutto il mio essere. Che dire? Che altro dire?

 

Come devo fare per acquistare e/o commissionare un'opera on line?     INFOLINE 24H   info@artefigurativa.eu